Entreranno in servizio a partire da maggio 2020 i primi treni costruiti da Hitachi Rail e destinati alle linee ad alta frequentazione della Lombardia. I convogli fanno parte del programma di rinnovamento della flotta di Trenord approvato e finanziato con 1,6 miliardi da Regione Lombardia, che prevede l’acquisto di 161 nuovi treni. A settembre scorso Fnm (controllata al 100% da Regione Lombardia) e la controllata Ferrovienord hanno firmato con Hitachi Rail – azienda che si è aggiudicata la gara e produrrà i nuovi treni nello stabilimenti di Pistoia – l’accordo quadro e il primo contratto applicativo per 30 convogli a configurazione corta per un importo complessivo di 237.510.000 euro. La consegna dei primi treni è prevista a partire da maggio 2020 e l’attesa è di farne entrare in servizio due al mese. Il modello del primo dei 100 Caravaggio, questo il suo nome, a grandezza naturale è stato presentato in Piazzale Cadorna a Milano, dove sarà visitabile fino al tre maggio. Si tratta di un convoglio a doppio piano, in grado di trasportare fino a mille passeggeri alla volta tra posti i piedi e seduti. Tra le dotazioni a bordo illuminazione Led, Wi-Fi, prese 220V e usb, telecamere laterali e frontali, telediagnostica da remoto e videosorveglianza intelligente. Ai Caravaggio verranno aggiunti altri 61 treni, di diversi modelli, che sono stati acquistati con un investimento di oltre 1,6 miliardi di euro. A venire rinnovata sarà l’intera flotta, così da arrivare ad avere treni con un’età media di circa 12 anni. Per i pendolari lombardi significa più comfort, sicurezza e tutte le innovazioni tecnologiche di ultima generazione. La Lombardia è una Regione a mobilità crescente che ha visto il 22% di passeggeri in più negli ultimi 5 anni, fino al dato record di 800mila passeggeri al giorno registrato nel 2018.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata