I nuovi bimbi accolti sono circa 11.200 e, aggiungendosi a quelli confermati dagli anni precedenti, porteranno nelle classi oltre trentamila bambini e bambine. Lo ha comunicato il Comune di Milano specificando che nei Nidi sono 5.223 i nuovi piccoli e 4.367 i confermati; nelle Scuole dell’Infanzia sono 5.973 le nuove domande accettate ad oggi e 14.468 i piccoli confermati dagli anni precedenti. Le liste d’attesa per il 2019/2020 sono in linea con gli scorsi anni per quel che riguarda i Nidi (circa 2.300), mentre sono in aumento nelle Scuole dell’Infanzia (circa 1.800). Il numero massimo di bimbi accolti in ognuna delle 851 sezioni di Scuola dell’Infanzia nel nuovo anno educativo – rende noto Palazzo Marino – sarà infatti ridotto “per rendere i servizi sempre più inclusivi, tutelando i diritti dei bambini con disabilità, le cui domande sono cresciuto del 14% rispetto allo scorso anno”. La prossima graduatoria sarà pubblicata a fine giugno e per quella data saranno messi a disposizione altri 150 posti nelle Scuole dell’Infanzia private convenzionate, che saranno individuate nelle zone con maggiori liste d’attesa. Dunque, saranno circa 30mila i bimbi che riempiranno le scuole il prossimo anno, mentre 4.100 bambini in totale saranno in lista d’attesa, quindi per ora esclusi. Il motivo per cui ci sono più esclusi è legato al fatto che il numero massimo di bimbi accolti in ognuna delle 851 sezioni di scuola dell’infanzia nel nuovo anno educativo sarà appunto ridotto e le domande dei piccoli con disabilità sono cresciute del 14% rispetto al 2018. Statisticamente, inoltre, succede che le certificazioni di disabilità aumentano tra il 4 e il 6 per cento; per questo, il Comune ha chiesto un confronto con Ats e Regione Lombardia per analizzare la situazione e trovare le soluzioni migliori. Secondo l’assessore all’educazione Laura Galimberti nessuno a Milano deve essere lasciato indietro, in particolar modo i bambini. Per questo si chiede allo Stato di aumentare il numero di scuole per bambini da 3 a 6 anni nella città meneghina.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata