Piacenza Controlli straordinari per le festività pasquali. Le fiamme gialle, come disposto dalla Prefettura di Piacenza hanno effettuato un servizio speciale di controllo nelle le zone più sensibili della città. Un’operazione finalizzata al contrasto dell’abusivismo e della contraffazione dei marchi che ha portato al sequestro di merce contraffatta. In particolare borse e giubbini di note marche. Il bilancio di questi tre giorni si è concluso con la denuncia di un cittadino extracomunitario, la verbalizzazione di alcuni esercenti per l’omesso rilascio dello scontrino fiscale e il sequestro di numerosi capi contraffatti. E proprio nel corso di  uno dei tanti controlli su strada, in ambito cittadino, volti all’identificazione di soggetti e mezzi sospetti, è stata focalizzata l’attenzione   dei militari del Corpo su un soggetto originario del Senegal. Dagli accertamenti effettuati è infatti emerso che, nei confronti dello stesso, pendeva già un decreto di espulsione emesso dal prefetto di Lodi nel 2018. Il senegalese è stato trovato in possesso di diverse tessere sanitarie e di un permesso di soggiorno falso. I documenti rinvenuti sono stati sottoposti a sequestro e il soggetto denunciato alla locale per possesso di materiale falso. La questura di Piacenza ha poi provveduto a notificare un ulteriore decreto di espulsione emesso dal Prefetto di Piacenza con l’ordine di abbandonare il territorio dello Stato entro 7 giorni. Durante poi la tradizionale fiera dell’Angelo di Borgonovo in Val Tidone sono state impiegate diverse pattuglie, provenienti dal Gruppo di Piacenza e dalla Tenenza di Castel San Giovanni impegnate in specifici servizi di polizia economico finanziaria rivolti alla regolare emissione delle ricevute fiscali ed al contrasto dell’abusivismo ed alla contraffazione dei marchi. Gli interventi delle pattuglie hanno consentito, oltre alla rilevazione delle sanzioni per omesso rilascio dello scontrino, il sequestro di numerosi capi di merce contraffatta. Si tratta di capi d’abbigliamento e borse con marchi delle più note e costose case di moda.

 

 

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata