Sei chili di cannabis a bassa concentrazione di thc, la cosiddetta ‘marijuana legale’  e oltre 7 grammi di shaboo (una droga in cristalli molto leggera, una cui dose normalmente non pesa più di qualche decimo di grammo) è stata rinvenuta nell’abitazione di uno spacciatore arrestato a Milano per detenzione di droga molto pericolosa. L’uomo, un 44enne già noto alle forze dell’ordine, secondo quanto riferito dalla polizia, ha un permesso per un’attività commerciale che vende proprio quel genere di articolo, la marijuana ‘light’, in una tabaccheria della zona. A intervenire, in un appartamento in via Padova, dopo una segnalazione, sono stati gli agenti delle Volanti. In casa hanno trovato 7 grammi di shaboo (una droga in cristalli molto leggera, una cui dose normalmente non pesa più di qualche decimo di grammo), 2.100 euro in contanti e 6,1 chili di marijuana legale, regolarmente acquistata per la sua attività, avviata, secondo quanto riferito in questura, dopo la presentazione di una ‘scia’ al Comune di Milano insieme a terzi. Documento sul quale ora sono in corso accertamenti. L’intervento si è inserito in una serie di controlli che sono stati effettuati nell’ultima settimana dalla Polizia di Stato nella zona nord-est di Milano, tra via Padova e viale Monza, come disposto dal Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che ha diviso la città tra le varie forze dell’ordine per una serie di interventi coordinati che hanno portato a 12 arresti e a sanzionare 4 esercizi commerciali. Complessivamente sono stati sequestrati 275 grammi di cocaina, 4,7 chili di hashish, un chilo di marijuana e 7 grammi di shaboo. Tra gli interventi l’arresto di tre spacciatori centrafricani in via Stamira D’Ancona, che spacciavano nei giardinetti ed erano stati più volte segnalati dai genitori dei bambini.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata