ra i 7grani e la Cina c’è un rapporto speciale, la band folk rock comasca è appena rientrata da un mini tour dove ha riscosso un notevole successo. Questa via della seta in musica, che unisce due mondi apparentemente così diversi, nasce nel 2015. I tre fratelli Settegrani dopo aver letto il libro “The Rape of Nanjing” scrivono il brano “Ragazza di Nanchino” e sono intervistati da radio Pechino. Il brano in italiano piace molto a Performing Art Group che li invita a Nanchino a girare un documentario, un videoclip ed ad aprire lo Youth Festival trasmesso dalla tv cinese e organizzato dall’Unesco. Di qui una serie di collaborazioni e che legano sempre di più i 7grani alla Cina, tanto da aver inciso il brano Mo li hua, la canzone più popolare in Cina e che fa parte di un finale della Turandot, rigorosamente in cinese.Accolti con tutti gli onori dalle autorità locali, i 7grani hanno portato la loro musica fatta di impegno sociale, passione ed energia nelle loro esibizioni davanti a un pubblico attento e curioso. Un successo che Mauro, Flavio e Fabrizio non si aspettavano ma da cui, ci si può scommettere, partiranno nuove iniziative.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata