Trafficanti di droga peruviani senza scrupoli non hanno esitato a usare il bagaglio di una bambina di undici anni che viaggiava come minore non accompagnata per nascondere oltre due chili di cocaina. Ma tutta la fase del trasporto era monitorata dalla Guardia di Finanza di Pavia che con la collaborazione dei colleghi di Malpensa è riuscita a sequestrare il carico di polvere bianca introdotto dalla minorenne, inconsapevole, come del resto era la madre a cui poi è stata affidata. La droga era nascosta dentro le cornici, nei doppifondi e nei telati di alcune immagini votive e statuette sacre che la bambina portava inel suo trolley. Il particolare è emerso nel corso di un’indagine dello Scico (Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata) che, con il supporto dei Comandi Provinciali di Milano, Napoli e Terni, ha portato all’esecuzione questa mattina di dodici ordinanze di custodia cautelare nei confronti degli appartenenti ad un’organizzazione criminale dedita all’importazione di cocaina dal Perù. 7 gli arrestati in Perù, tra cui 5 donne, mentre tre sono ancora latitanti, e di due italiani fermati a Lima. I due insospettabili cittadini italiani, in contatto con una rete peruviana, si occupavano di gestire il viaggio della polvere bianca, destinata in particolare allo spaccio sulle piazze lombarde, e sono stati individuati e pizzicati con sei chili di cocaina purissima. Grazie alla collaborazione dell’intelligence italiana con quella peruviana, è stato ricostruito il giro di droga alimentato da una richiesta di cocaina in continua crescita da parte del mercato milanese. L’operazione conclude, di fatto, una più ampia attività investigativa che oltre ad aver consentito, lo scorso anno, di pervenire al sequestro di 30 chili di cocaina e la cattura di ulteriori 12 narcotrafficanti -ha commentato il Colonnello della Guardia di Finanza di Pavia, Luigi Macchia – che ha reso possibile la ricostruzione della struttura dell’organizzazione, delineandone ruoli e compiti di capi e gregari».

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata