Piacenza “Abbiamo iniziato la conta delle aggressioni. Solo dall’ inizio dell’anno, a livello nazionale, abbiamo registrato tra gli operatori di Polizia circa 250 feriti e Piacenza purtroppo rientra in questa triste statistica.”. E’ quanto scrive il Sap, sindacato autonomo di polizia dopo l’ennesimo episodio di violenza nei confronti dei poliziotti: un’aggressione subita al Peep di Piacenza dagli agenti intervenuti per bloccare un nordafricano, che poco prima aveva ferito con un coccio di vetro una barista cinese. l sindacato chiede nuove garanzie e dotazioni finalizzate a proteggere gli agenti di tutto il paese. In particolare fa riferimento alla dotazione di  body-cam, atte a garantire trasparenza in ogni intervento, e al taser, attualmente in fase di sperimentazione in alcune città, che può essere valido deterrente e strumento efficace. “Siamo stanchi di essere esposti ad episodi di violenza che spesso sfociano in vere e proprie aggressioni in cui il corpo a corpo è purtroppo all’ordine del giorno” continua il comunicato del Sap “Il “duello” è oramai impari”. Anche il vicepremier Matteo Salvini è intervenuto sul tema, annunciando immediati provvedimenti. Il Sap piacentino si dice stanco di vedere colleghi accerchiati e aggrediti, si tratta di episodi mortificanti e assolutamente inconcepibili per ogni operatore di polizia.  A loro viene espressa piena solidarietà con un pensiero speciale di pronta guarigione al collega che ha rimediato 15 giorni di prognosi. “La sicurezza degli operatori è, per noi del Sap, una priorità e riteniamo che interventi di questo genere, ormai quotidiani, richiedano l’immediata introduzione di norme severe a tutela del personale impiegato in strada e l’assegnazione di dotazioni idonee a rendere efficace e sicuro il servizio”.

Paolo Zignani

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata