Piacenza Nella prima parte dell’anno era stata registrata una contrazione seppur lieve relativa alla morosità dei canoni di locazione degli alloggi popolari pari ad un 1,81%. Una problematica sulla quale ha lavorato Acer, l’azienda casa Emilia Romagna Piacenza che, durante la presentazione del bilancio 2018 comunica di chiudere con utile di oltre 190 mila euro ed eccedenze di canone pari a 384mila euro. “Un risultato positivo considerato il particolare contesto in cui l’azienda è chiamata ad operare”, ha spiegato il presidente Patrizio Losi. Ed un aspetto molto importante di questa chiusura anno è senza dubbio il controllo della morosità che ha permesso di recuperare 850 mila euro relativi a mancati pagamenti pregressi: questo risultato ha portato ad attestare il livello della morosità al 12,57%, percentuale in calo rispetto agli esercizi precedenti. La presentazione del bilancio è stata l’occasione per illustrare l’azienda. Nell’ultimo periodo Acer ha ristrutturato 182 alloggi e ha effettuato un incremento dei canoni di locazione applicato a seguito dell’approvazione di una legge regionale che ha permesso di incassare altri 223 mila euro. Le famiglie residenti negli alloggi popolari sono attualmente 2.708, ovvero 6422 persone. Le famiglie straniere sono 606, pari al 22%. L’azienda ha poi focalizzato l’attenzione sulla sicurezza delle zone dove si trovano le case popolari, chiedendo ai sindaci di partecipare alle assemblee condominiali per approvare l’installazione delle videocamere di sorveglianza, strumento di deterrenza efficace per la microcriminalità e per favorire la reale sicurezza degli inquilini in questi quartieri.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata