Brescia Un piano di potenziamento dei controlli della città. Così è stato definito il programma predisposto dal Prefetto di Brescia Attilio Visconti, chiamato piano sicurezza, per garantire l’ordine in città e hinterland nel periodo estivo. Un progetto recepito e ufficializzato dal comitato sicurezza provinciale che ha confermato l’aumento dei controlli da effettuare su tutta l’area cittadina. Anche la polizia di stato si è attivata con un piano straordinario che prevede l’intervento di uomini dai reparti speciali. In pratica si avranno dalle 10 alle 15 mila unità in più oltre agli uomini presenti ogni giorno. I controlli saranno effettuati in particolare sulle aree definite sensibili dal comitato, vale a dire le stazioni di metropolitana più sensibili come Brescia Due, Poliambulanza, Volta e Stazione. Non solo. Anche i bar e la prostituzione in via Milano e l’abusivismo commerciale saranno al centro di questa opera di pattugliamento. Ma città ed hinterland non saranno le sole ad essere sorvegliate speciali: i controlli sono stati allargati anche in provincia come a Desenzano del Garda e Iseo. Il prefetto Visconti inoltre ha annunciato l’intenzione di implementare un piano anti terrorismo per la metropolitana della città. Si parte già lunedì 22 luglio giorno che vedrà l’inizio del lavoro concreto sul piano per l’anti terrorismo. L’obiettivo è quello di poter implementare entro Natale un sistema che consenta di reagire in maniera estremamente rapida rispetto ad un possibile attacco terroristico.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata