Il Terminal 1 di Malpensa è entrato nel vivo, con tanti passeggeri pronti a partire per diverse destinazioni nel giorno del trasferimento del traffico di Linate nello scalo varesino. Nell’area check-in di questo Terminal, quello in cui sono stati trasferiti tutti i voli di Linate, sono state predisposte due nuove isole con 26 nuovi banchi check-in; i varchi pre-filtri di sicurezza passano da 17 a 25 e sono state adeguate e riqualificate anche l’area dello smistamento bagagli e l’area gate Schengen. Per quanto riguarda le piste sono state riqualificate le vie di rullaggio del piazzale aeromobile. Con questo trasferimento dall’aeroporto di Linate, Malpensa vedrà un aumento medio di passeggeri che va dal 30 al 40 per cento dei movimenti. Nella settimana di picco dal 29 luglio al 4 agosto saranno oltre 160.000 i passeggeri in più che partiranno dallo scalo varesino. Oggi, primo giorno di voli trasferiti a Malpensa, sono stati più di 110.000 i passeggeri. Presenti anche una cinquantina di ‘facilitatori’ che assistono i viaggiatori nell’individuare il banco a cui imbarcare il bagaglio o a ritirare le carte di imbarco e a raggiungere i gate. Il primo volo ‘ex Linate’, per Fiumicino, è decollato dall’aeroporto di Malpensa dalla pista ’35 Right’ alle 6.43. Nel frattempo, a Linate le ruspe sono già in azione, secondo il cronoprogramma, dove stamattina sono cominciati i lavori per il rifacimento della pista. È uno degli interventi principali del restyling del city airport milanese da oggi chiuso fino al 27 ottobre. I lavori comunque proseguiranno per un altro anno e riguarderanno l’intera struttura, ma nel frattempo lo scalo tornerà operativo. A parte gli operai al lavoro e il poco personale rimasto in servizio per garantire la funzionalità minima necessaria (i 700 dipendenti sono tutti stati trasferiti a Malpensa che ingloberà Linate per questi 3 mesi), il Forlanini oggi era completamente deserto. Uno dei timori era che qualche passeggero abitudinario e distratto si presentasse a Linate invece che a Malpensa. Pare però che l’inconveniente non si sia verificato.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata