Nel sito della campagna finanziata con fondi europei ‘vivailvitello’, lanciata in Italia da un’associazione di produttori di carne, si legge la frase “I produttori di vitelli europei fanno del rispetto del benessere animale una vera e propria priorità, sia nelle condizioni di allevamento che di trasporto o macellazione. Questa preoccupazione fa parte del loro lavoro quotidiano”. Questa frase, però, è in netto contrasto con le immagini realizzate da Compassion in World Farming in 5 allevamenti polacchi. Immagini che, purtroppo, rivelano ciò che altre investigazioni, condotte da diverse associazioni in altri paesi europei, hanno già ampiamente descritto.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata