Nella notte di ieri sera a Valencia all’uscita da una discoteca gay due italiani, Andrea di 19 anni della provincia di Vercelli e Luca, 25 anni, della provincia di Milano, sono stati aggrediti anche frasi offensive. Luca ha cercato di difendere l’amico Andrea ed ha ricevuto pugni e calci anche sul viso riportando contusioni e ferite sul viso e sul corpo. Sei gli aggressori che hanno isultato la coppia con frasi offensive. Poi il pestaggio, ripreso con uno smartphone da una coppia che era affacciata ad un balcone ed ha assistito alla scena. Dal video si vede chiaramente Luca, prima rincorso dagli aggressori poi, una volta raggiunto, picchiato dal branco. Ci riportano i media locali che anche un’altra coppia straniera ha rischiato di essere aggredita dallo stesso gruppo, ma fortunatamente è riuscita a scappare su un taxi. Lo denuncia Fabrizio Marrazzo, portavoce dell’associazione Gay Center e responsabile del servizio Gay Help Line. I ragazzi – continua Marrazzo – si sono rivolti al servizio di Gay Help Line 8007137173, e dopo essere stati soccorsi sporgeranno denuncia presso il consolato italiano. La richiesta avanzata alla Farnesina è di attivarsi per dare il massimo supporto ai ragazzi ed evitare che gli aggressori restino impuniti. Ricordando che in Spagna dal 1995 c’è una legge contro l’omofobia e dal 2014 in Catalogna ci sono norme più specifiche. Come dichiarato nella nota di qualche giorno fa quanto accaduto in Spagna accade quotidianamente in Italia, ma noi non abbiamo alcuna legge, la politica in Italia è assente.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata