La Procura di Brescia con il sostituto procuratore Maria Cristina Bonomo ha disposto l’archiviazione dell’indagine sull’epidemia da legionella che si era sviluppata in provincia di Brescia tra fine agosto e inizio settembre di un anno fa con numerosi decessi per polmonite da legionella. Scagionate le torri di raffreddamento delle aziende e le acque del fiume Chiese nella zona della Bassa bresciana, la più colpita un anno fa dall’epidemia. Insorgono i cittadini del Comitato di Salute Pubblica.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata