Dopo due anni, il ponte di Casalmaggiore ha riaperto nel mese di giugno, ma l’impegno più rilevanti è per la costruzione del nuovo viadotto che, sopra il fiume Po, unirà le province di Cremona e di Parma, Casalmaggiore e Colorno, la Lombardia e l’Emilia. E’ un ponte vecchio, che non durerà più di 10 anni, secondo i tecnici. L’infrastruttura ha una grande importanza per l’economia locale e territoriale, tanto che la regione Lombardia, tramite una società di consulenza, ha calcolato in alcune decine di milioni di euro l’anno la perdita subita per la chiusura dell’infrastruttura. I tempi per la nuova opera, però, si allungano a causa della crisi di governo. Lo sostengono i consideri regionali dei 5 stelle, Marco Degli Angeli e Andrea Fiasconaro e lo stesso ministro Danilo Toninelli, che si è dichiarato pronto a firmare il riparto di un fondo di 250 milioni di euro, che sarebbe servito a finanziare lavori di manutenzione di diversi viadotti, con un primo impegno per il nuovo ponte tanto atteso. Toninelli ha accusato i “capricci inutili della Lega” che “a fini elettorali”, stanno compromettendo tutto il lavoro fatto”, dopo che il ministero ha raccolto informazioni,sui tanti ponti ammalorati sparsi nel bacino del Po, con l’aiuto dell’Anci, l’associazione dei Comuni, e dell’Upi, unione delle Province. La ricognizione ha permesso di individuare proprio le infrastrutture di Casalmaggiore e della Becca, in provincia di Pavia, come le più bisognose di lavori. La critica colpisce in particolare la scelta della Lega di puntare al congelamento di 70 milioni, da destinare subito al ponte della Becca, tra Po e Ticino, anche se la Regione Lombardia è in ritardo sui tempi dello studio di prefattibilità dell’opera. L’intenzione dei 5 stelle è organizzare una Conferenza unificata, per poi sbloccare i 250 milioni. L’unica certezza, per ora, è che nel 2020 il viadotto casalasco diverrà di proprietà dell’Anas, che avrà il compito di ricostruirlo. E la lotta dei comitati locali, sia parmensi che cremonesi, non si ferma.

Paolo Zignani

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata