Dopo il gran numero di richieste di cambio alloggio arrivate negli ultimi anni, il Comune ha deciso di avvalersi di un’opportunità offerta dalla legge regionale 16 del 2016 e ha emesso un bando riservato a chi chiede di traslocare. I motivi sono di tutto rispetto. Le case costruite cinquant’anni erano fatte su modello della famiglia tipo di allora, con due figli. Oggi il numero dei disabili e dei single sopra gli ottant’anni ha modificato l’ambiente sociale, così come le trasformazioni della famiglia. E il numero degli alloggi disponibili, più di 900 di proprietà comunale, e altrettanti dell’Aler, sta aumentando grazie a una lunga serie di lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria. Possono presentare domanda i nuclei familiari che hanno firmato il contratto da non più di un anno, siano in regola con i pagamenti, non abbiano violato il regolamento comunale e si trovino in alcune determinate condizioni di fragilità: un familiare con oltre il 66 per cento di invalidità, o più di 65 anni, in situazione di sovraffollamento, per avvicinamento al posto di lavoro o per gravi e documentate necessità. La domanda può essere presentata entro venerdì 11 ottobre sul web, usando il sito del Comune, oppure con un modulo cartaceo, presso l’ufficio alloggi di via dei Colonnetti 4, aperto al pubblico il mercoledì dalle 8.30 alle 16. Intanto, i bandi cremonesi per le case popolari sono già tre in un anno.

Certo, presso i servizi sociali del Comune, su 3.205 pratiche aperte un anno fa, ben 350 riguardano problematiche abitative, ma in molti casi l’attesa dura a lungo. Ancora centinaia di persone infatti sono in attesa dell’assegnazione dell’alloggio che hanno chiesto tramite il bando comunale dell’ottobre scorso, con appena 30 appartamenti subito assegnabili. E l’ulteriore bando di luglio, che ha messo a disposizione 96 alloggi, comprendendo anche i Comuni del circondario, applicando per la prima volta la riforma regionale, nelle intenzioni del Pirellone avrebbe dovuto facilitare le assegnazioni.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata