Cremona Maltempo e dissesto idrogeologico: in arrivo 1,5 milioni per la mitigazione dei danni. E’ quanto stanziato da Regione Lombardia per il territorio cremonese mentre per l’intera regione sono in arrivo  48 milioni di euro su 12 province. Si tratta di risorse economiche necessarie per far fronte ai danni causati dalle ondate di eccezionale maltempo di ottobre 2018 e della primavera 2019. Per la provincia di Cremona si tratta di soldi che saranno utilizzati per interventi strutturali e interventi di manutenzione e ripristino. A Corte de’ Frati arriveranno 980.000 euro per adeguamento sezioni idrauliche del Canale Quistra a difesa del nodo idraulico di Cremona e 512.400 euro per la realizzazione del bacino di laminazione a salvaguardia della frazione San Felice. Regione Lombardia, per prevenire e sanare situazioni di rischio che gravano su centri abitati o infrastrutture regionali, ha dato avvio a diversi programmi di intervento urgenti, strutturali e di manutenzione e ripristino, finanziati, sia con risorse proprie (19 milioni di euro per 47 interventi su 12 province) che con ulteriori risorse già accertate e previste dall’Accordo di programma stipulato con il Ministero dell’Ambiente, del Territorio e del Mare (29 milioni di euro per 23 interventi su 9 province). Lo prevede una delibera approvata ieri, mercoledì 31 luglio 2019, dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore al Territorio e Protezione civile Pietro Foroni. Con questa delibera – ha commentato l’assessore Foroni – abbiamo voluto mettere immediatamente a disposizione dei territori colpiti i fondi dedicati alla prevenzione del dissesto idrogeologico, appena sbloccati dal Governo grazie anche alla collaborazione di Regione Lombardia, ai quali abbiamo aggiunto consistenti finanziamenti da parte nostra. Secondo i dati del rapporto Ispra del 2018 il rischio idrogeologico è particolarmente alto in alcuni comuni della provincia come Torricella del Pizzo, Spinadesco, Gussola e Martignana, mentre nella classifica la popolazione a rischio alluvione si trova concentrata soprattutto a Corte de’ Cortesi, Pescarolo ed Uniti, Persico Dosimo e Grumello Cremonese.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata