E’ caduto dal tetto del capannone sul quale stava lavorando, con un volo di sette metri che gli è stato fatale, a causa del cedimento della copertura. Marco Tacchinardi, titolare dell’impresa di lattoneria di Chieve che porta il suo nome, ha perso la vita stamattina all’età di 45 anni, per un infortunio sul lavoro nell’area industriale di Madignano. Era stato chiamato per un’ispezione sulle condizioni in cui si trovava il tetto, in seguito al maltempo di qualche settimana fa, quando trombe d’aria e forti temporali hanno causato numerosi danni nel Cremasco. Sono accorsi i soccorritori della Croce Verde di Castelleone e l’automedica dell’Ospedale Maggiore di Crema: rianimare il corpo dell’imprenditore, però, è stato impossibile. Sul posto, anche i carabinieri e gli ispettori dell’Ats. La vittima è pianta dalla moglie e da due figli. E’ l’ultimo tragico capitolo di una serie di incidenti mortali sul lavoro verificatisi in provincia di Cremona. L’altro ieri a Rivolta d’Adda è deceduto un pensionato di 68 anni, Enrico Ripamonti, giardiniere, mentre si trovava in uno dei suoi poderi, nella zona di via Dante Alighieri, ai margini del paese. Voleva ripulire il terreno e fare un po’ di legna da ardere. Stava usando il ragno caricatore del trattore, quando è gli è esploso in faccia un tubo pieno d’olio a causa dell’elevata pressione, colpendolo mortalmente. Sulla dinamica stanno indagando i carabinieri di Crema, i tecnici dell’Ats e i vigili del fuoco. Il 9 agosto era deceduto presso l’acciaieria Arvedi, a Cremona, Alessandro Rosi, 45 anni, di Firenze, al lavoro per una ditta toscana. Stava manovrando una gru, quando la trave d’acciaio che aveva sollevato è caduta sulla cabina nella quale si trovava la vittima. Nei primi sei mesi di quest’anno, i morti sul lavoro in Lombardia sono già più di 70, secondo il calcolo della Cisl Lombardia, in aumento rispetto all’anno scorso. Un bollettino di guerra, sul quale il consigliere regionale Matteo Piloni già ieri ha chiesto alla Regione massima attenzione, invitando l’assessore regionale Giulio Gallera a un confronto pubblico sul tema della sicurezza, domenica primo settembre, alla festa del Pd presso il podere Ombrianello.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata