A Milano Rogoredo cinquanta fermate Frecciarossa, più servizi per le persone, nuove soluzioni intermodali. Aumentano collegamenti e assistenza. I collegamenti con le Frecce di Trenitalia dalle principali stazioni di Milano (Centrale, Porta Garibaldi, Rogoredo) con Roma (Termini e Tiburtina) sono in totale 104. A Milano Rogoredo, in particolare, le fermate dei Frecciarossa sono aumentate da 36 a 50, 14 in più. Durante lo stop dell’aeroporto Milano Linate, secondo le previsioni, circa 100mila passeggeri del trasporto aereo cambieranno le loro abitudini e sceglieranno di spostarsi con Trenitalia. I dettagli del potenziamento dei servizi a Milano Rogoredo sono stati illustrati oggi dall’Amministratore Delegato di FS Italiane Gianfranco Battisti. Presenti Matteo Salvini, Vice Presidente del Consiglio e Ministro dell’Interno, Danilo Toninelli, Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Stefano Bolognini, Assessore alle Politiche Sociali, Abitative Disabilità della Regione Lombardia e Anna Scavuzzo, Vice Sindaco e Assessore Sicurezza Comune di Milano. Con il potenziamento del servizio ferroviario aumentano i servizi di assistenza alla clientela. La Sala Freccia e la biglietteria di Trenitalia sono aperte dalle 6 alle 21.30, con orario prolungato. In stazione ci sono nuove self service e negli orari di punta sarà operativo un desk mobile con addetti di customer service. Completamente rinnovato il parcheggio Metropark (Gruppo FS Italiane) di via Cassinis, adiacente alla stazione. L’hub è stato potenziato per favorire e facilitare l’interscambio modale e per decongestionare l’area metropolitana di Milano. Chi sceglie di viaggiare in treno potrà arrivare più comodamente a Milano Rogoredo grazie ad un’offerta di intermodalità. La stazione è interconnessa con le linee S1, S2 e S13 del Passante ferroviario milanese e con la linea M3 della metropolitana. Migliora ancora anche la security con un nuovo ufficio (200 metri quadri) per la Polizia Ferroviaria. Ulteriormente implementato il sistema di videosorveglianza già attivo nello scalo. Per l’occasione il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha voluto esprimere soddisfazione per i dati riguardanti i delitti nelle aree ferroviarie che risultano in calo. Nei primi 5 mesi dell’anno nell’area metropolitana di Milano i delitti sono scesi del 6% per cento, le rapine del 10%, i furti 10%, i furti su auto del 15%. I numeri sono postivi e sono frutto, a suo dire, di una maggiore attenzione alla prevenzione e repressione dei reati.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata