L’amministratore delegato di Eni Claudio Descalzi ha ricevuto ieri un avviso di garanzia da parte della Procura di Milano con l’ipotesi di omessa comunicazione di conflitto di interesse in relazione ai rapporti di Eni Congo S.A. con il gruppo Petroservice. Descalzi, per la Procura, avrebbe omesso di comunicare alcune informazioni riguardanti i legami tra Eni Congo e la società Petroservice, secondo quanto afferma il comunicato, che non fornisce ulteriori dettagli. Sia Eni che Descalzi hanno respinto ogni addebito. Una fonte vicina alla situazione, riportata da Reuters, ha spiegato che secondo gli inquirenti Descalzi non ha comunicato che Petroservice facesse capo a sua moglie, Marie Magdalena Ingloba. Eni non ha commentato. Non è stato immediatamente possibile avere un commento dall’avvocato della moglie di Descalzi. La stessa fonte ha spiegato che l’abitazione di Descalzi è stata perquisita ieri. In un precedente decreto di perquisizione del marzo 2018 visto da Reuters, gli inquirenti scrivevano che Petroservice avesse ricevuto da Eni 105 milioni di dollari per alcuni contratti sottoscritti tra il 2012 e il 2017, come peraltro la stessa Eni ha reso noto agli azionisti l’anno scorso. Eni è sotto inchiesta della Procura di Milano per presunta corruzione in Congo relativamente a presunte tangenti per la concessione di licenze di sfruttamento di giacimenti nel Paese tra il 2009 e il 2015. Descalzi, alla guida di Eni dal 2014, è inoltre imputato in un processo per corruzione in Nigeria riguardante l’acquisto di un maxi-giacimento per un miliardo e 300 milioni di dollari. Eni ha negato ogni illecito in entrambi i procedimenti. Tutti gli imputati hanno sempre respinto le accuse, sottolineando che il prezzo dell’acquisto fu versato su un conto ufficiale del governo di Lagos e che il successivo trasferimento di gran parte del denaro su altri conti, in particolare su quello della società Malabu (che la procura indica appartenere all’ex ministro Etete), era al di fuori della sfera d’influenza delle società acquirenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata