Centinaia di studenti stamattina hanno lasciato le aule delle scuole superiori per invadere il centro storico, da via Palestro a corso Campi, da corso Mazzini a piazza del Comune, per chiedere di salvare il pianeta Terra dall’inquinamento, dall’economia che non si cura dell’ambiente e dagli stili di vita più dannosi. Il Friday for future di Cremona si affolla e vede anche insegnanti in marcia, a ricordare per esempio che il liceo Munari ha spiegato il caso Tamoil agli studenti, con la partecipazione dei protagonisti. Non si vedono politici nel corteo, diversamente che in altre città. Tra i critici spicca il vicesindaco Andrea Virgilio, in dissenso con il ministro Lorenzo Fioramonti, che aveva proposto ai presidi, con una circolare, di non chiedere la giustificazione ai partecipanti allo sciopero. E domani chi ha manifestato dovrà presentare la firma dei genitori. Slogan e cartelli ricordano però che i ghiacciai si sciolgono, che accendere il calorifero è un gesto con delle conseguenze negative e che l’alimentazione a base di carne non è più sostenibile per l’ambiente, come dimostrano i report della Fao e dell’Onu. Manifestano infatti anche i vegani, proponendo una dieta a base vegetale, in grado di dimezzare del 50% l’impatto ambientale, evitando anche le orribili sofferenze inflitte agli animali dall’industria zootecnica e dai macelli. Tra i problemi, per molti ci sarà la ricerca del lavoro in un’economia che stenta a cambiare. Intanto l’Arpa fa sapere che l’estate appena trascorsa ha fatto registrare, in Lombardia, una media delle temperature minime giornaliere di 22,2 gradi, al terzo posto fra le estati più calde degli ultimi trent’anni. Da parte propria la giunta Galimberti non ha acconsentito finora alla delibera sull’emergenza climatica e ambientale, richiesta in agosto dai ragazzi del Friday for Future. Il Comune invece ha annunciato l’applicazione dal primo ottobre delle nuove misure per il contenimento dello smog. Non potranno più circolare dal primo ottobre i veicoli euro 3 diesel, se non di sera e nel fine settimana.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata