In Lombardia è allarme sicurezza perché sono ben 98 morti sul lavoro, una strage che va subito fermata. Dietro questi numeri ci sono storie, volti, storie di donne e uomini, giovani o vicini alla pensione, usciti di casa senza più farvi ritorno. Dunque, di lavoro si muore ancora e i numeri, sono tornati a crescere. La conferma dalle parole di Pierluigi Rancati, segretario della Cisl Lombardia con delega alla salute e alla sicurezza sul lavoro.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata