“Elisa è viva”. Si aggrappa a questa speranza Francesca, la sorella di Elisa Pomarelli la giovane di cui, dallo scorso 25 agosto, non si hanno più notizie. Mentre si conclude anche l’11 giorno di ricerche senza esito della ventottenne e di Massimo Sebastiani, il 45enne innamorato di Elisa, indagato per omicidio aggravato sebbene non vi siano ad oggi tracce di entrambi. Il mistero sulla loro scomparsa ruota proprio intorno all’amore che Massimo provava per lei, che però lo vedeva solo come amico, nulla più. Gli inquirenti sono invece convinti che l’uomo l’abbia uccisa e poi si sia dato alla fuga, nei boschi che conosce molto ben, forse nascondendosi nel bunker da lui realizzato di cui aveva parlato a qualche amico. Gli investigatori sono stati anche a casa di Sebastiani, nelle campagne di Carpaneto  e pare che i Ris abbiano trovato tracce di Elisa nell’automobile dell’uomo. Nella zona proseguono le ricerche dei due con un notevole dispiego di forze dell’ordine e di volontari. Per domani è previsto un nuovo vertice in Prefettura per fare il punto della situazione che, con il passare delle ore e dei giorni, si fa sempre più preoccupante. Questa sera, alle 20, la famiglia e gli amici di Elisa si ritroveranno per le vie del quartiere piacentino di Borgotrebbia per una fiaccolata. Il corteo prenderà il via dall’abitazione dei genitori della giovane in via Berzolla.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata