Piacenza Una lunga riunione si è tenuta nel pomeriggio in Prefettura a Piacenza per fare il punto della situazione in merito alle ricerche di Elisa Pomarelli di 28anni e del 45enne Massimo Sebastiani scomparsi ormai da una settimana. Durante l’incontro di oggi si è deciso di riprendere domani le ricerche dei due scomparsi. Sabato era infatti arrivato infatti lo stop temporaneo delle ricerche con le modalità andate avanti negli ultimi giorni, che avevano visto in campo vigili del fuoco, protezione civile, volontari e soccorso alpino; una decisione che sarebbe da ricondurre principalmente alla svolta arrivata nelle scorse ore, da quando Sebastiani è stato formalmente indagato per i reati di omicidio e occultamento di cadavere. Oggi intanto riflettori puntati sull’abitazione di Sebastiani a Campogrande di Carpaneto dove ha preso il via il sopralluogo dei carabinieri del Ris alla ricerca di tracce che riportino alla 28enne. In particolare gli esperti della scientifica dell’Arma si sono concentrati nel pollaio dove sono state trovate tracce di combustione e bruciature sulle quali sono in corso indagini. Sul posto anche i legali nominati dalla famiglia della giovane, gli avvocati Paolo Lentini e Alida Liardo. L’abitazione dell’uomo è stata definita agghiacciante dalla criminologa Roberta Bruzzone per via del caos e della sporcizia trovate all’interno ma difficilmente è stata definita il teatro dove possa essere avvenuta una violenza o una colluttazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata