Piacenza Ben sei arresti per droga in poche settimane. Ieri i carabinieri della stazione levante di Piacenza hanno messo le manette ad un tunisino di 18 anni in Italia senza fissa dimora. La zona, teatro di spaccio di sostanze stupefacenti è sempre la stessa: i giardini tra via Calciati e largo Erfurt. I militari da diverso tempo controllano la zona anche con personale in abiti civili e durante un servizio finalizzato alla repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti hanno visto il giovane pusher mentre cedeva della marijuana ad un noto tossicodipendente piacentino con una modalità diventata consueta: il giovane consumatore si è seduto su una panchina dei giardini e dopo pochissimo tempo gli si è avvicinato il pusher, il quale dopo poche battute gli ha consegnato un piccolo involucro in cambio di una banconota. I carabinieri notato lo scambio sono entrati in azione e hanno fermato i due giovani che sono stati perquisiti. Indosso i militari hanno rinvenuto denaro e droga. Il 18enne pusher è stato arrestato e portato presso la camera di sicurezza di via Beverora. Il giovane acquirente è stato segnalato quale assuntore. In poche settimane è il sesto arresto per spaccio di droga che i Carabinieri della Levante eseguono nella zona. Alla luce di questi arresti e di questi reati perpetrati sempre nei giardini di Piacenza si pone ora il problema della sicurezza. Da tempo cittadini e residenti pongono attenzione a questi luoghi diventati simbolo di degrado della città, nonostante le forze dell’ordine presidino il territorio costantemente.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata