Era il 20 luglio del 2017, poco prima delle 19, quando, nel suo studio di via Pellegrini, l’avvocato Paola Marioni, 59 anni, veniva aggredita e quasi uccisa da un uomo. Le indagini sono ancora in corso per individuare il responsabile ed oggi la polizia ha deciso di rintracciare una persona che potrebbe avere informazioni utili per ricostruire l’accaduto. La persona che gli agenti della Questura stanno ora cercando, anche grazie alla pubblicazione del video ripreso dalle telecamere di via Cassolo, risulta infatti transitare nella zona dell’aggressione intorno alle 18 e 45. L’uomo indossa un cappello grigio e si allontana dall’area dove è situato lo studio dell’avvocato Marioni.  E’questo il particolare emerso dalle indagini e che ora la Questura di Milano ha diffuso nella speranza che, dalle immagini, qualcuno possa riconoscere la persona sospetta. “Le telecamere, alle ore 18.45 circa, hanno inquadrato un uomo con un cappello di colore grigio – si legge in una nota – un paio di occhiali da vista con montatura nera, una maglietta di colore blu scuro, un paio di pantaloni di colore bianco, un paio di scarpe sportive di colore blu con suola bianca e uno zaino di colore blu modello sacca, che, a piedi, dal corso di Porta Romana si immette in via Sito dei Pellegrini. Solo qualche minuto dopo lo stesso soggetto è stato ripreso in lontananza dalle telecamere dello stabile di via Cassolo n. 6 mentre si allontana dalla zona interessata dai fatti”. La donna, colpita a spalla, torace e addome, nelle immediatezze dell’aggressione aveva fornito un nome dai cui riscontri però non era emersa una pista valida. Dalla questura viene lanciato l’appello a chiunque riconosca l’uomo ripreso dalle telecamere a chiamare la terza sezione della Squadra Mobile, al numero 345 6106426

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata