Brescia. Nel Bresciano, un deposito alto 40 metri e largo dieci, adagiato sui fondali del lago d’Iseo, sta assumendo la forma di un disastro ambientale di notevoli dimensioni: in base alle prime analisi sulle scorie, che necessiteranno di ulteriori approfondimenti, sta emergendo la presenza di amianto nelle gomme. Per questo, il Circolo Legambiente Basso Sebino, con Dario Balotta, lancia l’allarme, riproponendo il tema dell’inquinamento di origine industriale del conferimento degli scarti di lavorazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata