Una colonia cresciuta, per cui anche il programma di sterilizzazione non ha prodotto significativi risultati di contenimento. Sono circa 60 i gatti che vivono nei dintorni di Largo Marinai d’Italia, sul Lungo Po. Si tratta di animali selvatici che sopravvivono grazie al cibo portato dai volontari, alle cucce che d’inverno li tengono al caldo e alle cure prestate dalla Asl e. Ma la situazione rischia di scappare di mano, perché la colonia è numerosa e non sempre si riescono a prendere i gatti per poterli sterilizzare.

C’è poi un rischio per i gatti ma non solo. I volontari denunciano gli incidenti che si verificano quando, specie nel fine settimana, i cani lasciati senza guinzaglio s’imbattono nei gatti.

I volontari fanno un appello e chiedono aiuto: la quantità di cibo che serve per i gatti è parecchia e le spese anche. L’invito a tutti è a donare un po’ di cibo, sia secco che umido, portandolo direttamente verso sera in Largo Marinai d’Italia, quando i volontari sono presenti, oppure lasciandolo all’ingresso del tunnel dove i gatti trovano rifugio.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata