Cremona. Il destino dei pendolari della provincia di Cremona è segnato, da quanto argomenta Onlit, Osservatorio nazionale sulle liberalizzazioni. Le disposizioni della Regione non lasciano speranze ai passeggeri dei treni, che l’anno prossimo, quando scatterà il meccanismo dell’integrazione tariffaria, si troveranno costretti a pagare sia il prezzo dell’abbonamento mensile ferroviario che quello del bus urbano. A uno studente che frequenta le scuole superiori di via Palestro a Cremona, quindi, potrà capitare di partire del territorio, per poi scendere a Cremona e proseguire a piedi verso la vicina via Palestro, pagando però il biglietto del bus urbano anche se non lo usa. Si riprodurranno quindi a Cremona, se la Regione Lombardia non interverrà, le condizioni che hanno causato la stangata sui pendolari dell’area di Milano. Infatti l’integrazione delle tariffe è prevista sommando i prezzi dei biglietti di ciascuna società di trasporto, sul suo proprio percorso. Trenord si farà pagare il tragitto urbano su Cremona, per chi arriva a Cremona, e la società dei bus ugualmente riscuoterà il biglietto urbano, perché l’integrazione dei servizi non precederà quella delle tariffe, e in questo l’Italia si sta differenziando negativamente dall’Europa. E così l’abbonamento mensile ferroviario Cremona-Milano, che equivale a un percorso fra gli 81 e i 90 chilometri, e oggi vale 101 euro, crescerà del 30 o del 40%. Dapprima sarà l’agenzia di bacino Cremona-Mantova a emettere le tariffe, quindi Trenord applicherà le proprie e il passeggero non potrà far altro che pagare sia le une che le altre. Sarà indispensabile che si svolga la gara d’appalto del trasporto pubblico locale, della quale per ora non si sa ancora nulla, tranne che il bando di gara con ogni probabilità terrà conto del bisogno di sicurezza che è seguito a episodi clamorosi come il sequestro di un bus di Crema. E’ possibile che vinca il gestore uscente, come solitamente succede dove non c’è concorrenza, e che tuttavia nulla cambi, tranne il costo del biglietto.

Paolo Zignani

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata