Piacenza  Nove indagati e sette misure cautelari sono la conclusione dell’operazione ‘Digger’, condotta dai carabinieri della Compagnia di Fiorenzuola, che hanno sgominato una banda di albanesi e italiani specializzata nel rubare costosi escavatori dai cantieri edili in Italia. Il gruppo trasportava poi i macchinari in Albania, dopo averne alterato il numero di serie in modo da renderli irrintracciabili. Sono sei i colpi, per circa due milioni di euro, di cui la banda è accusata nell’arco dell’ultimo anno e messi a segno in cantieri di Dalmine (Bergamo), Rudiano (Brescia), Tortona (Alessandria) e Fonte Vivo (Parma).

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata