Sarà l’ennesimo venerdì nero sul fronte dei trasporti. Saranno a rischio treni, metro e aerei su scala nazionale a causa dello sciopero generale di 24 ore proclamato dagli autonomi Cub e Sgb in alcuni settori e dai sindacati confederali per altri. Incroceranno le braccia lavoratori sia del settore pubblico che privato per chiedere di “Aumentare i salari e le pensioni, cancellare il Jobs Act e garantire lavoro stabile a tutti, ridurre l’orario di lavoro e i carichi di lavoro a parità di salario”. A Milano, Atm garantirà i trasporti fino alle 8,45 e dalle 15 alle 18. “L’agitazione del personale viaggiante e di esercizio di superficie è prevista dalle 8,45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio mentre quella del personale viaggiante e di esercizio della metropolitana dalle 18 al termine del servizio”. L’astensione riguarderà, anche se in orari diversi, anche le linee periferiche di Monza e la funicolare Como- Brunate. Per Fs e Trenord lo sciopero inizierà alle 21 di oggi e terminerà alle 21 di domani. I treni regionali, suburbani e a lunga percorrenza e il servizio Malpensa Express potrebbero subire limitazioni e cancellazioni. Fra Cadorna e Malpensa saranno in funzione bus sostitutivi senza fermate intermedie. Trenitalia garantisce che le Frecce circoleranno e “saranno garantiti i collegamenti regionali nelle fasce pendolari ( 6- 9 e 18- 21)” . Sul fronte aerei l’agitazione durerà 24 ore per i dipendenti Alitalia mentre per il personale Enav durerà dalle 13 alle 17 di venerdì e per il personale Anpac dalle 10 alle 14. Scioperi si verificheranno anche nelle scuole, per docenti, impiegati e bidelli e negli ospedali.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata