Cremona. Appelli rivolti direttamente al Ministro della Giustizia, da anni, non hanno sortito l’effetto desiderato e la carenza di organico amministrativo di cui soffre il tribunale di Cremona, ora che al contrario il numero dei giudici è alto e il lavoro dovrebbe procedere a pieno ritmo,  ha portato la presidente Anna Di Martino ad annunciare la riduzione delle udienze dell’ufficio del gip e presto anche quelle penali. Una carenza colmata per ora grazie al superlavoro del personale presente ma che non può che rivelare tutta la sua criticità, traducendosi necessariamente in un rallentamento della macchina giustizia.  Trasferimenti, pensionamenti senza sostituzione stanno mettendo a rischio anche l’Urp.

Susanna Grillo

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata