Cremona. Per quanto imbarazzante, stamattina si è tenuto a palazzo Cittanova un incontro di formazione degli studenti dedicato a Giulio Andreotti, come protagonista della storia d’Italia nel centesimo anniversario della nascita. Imbarazzante, perché il divo Giulio, deceduto sei anni fa e sette volte presidente del consiglio, si è salvato da una condanna per associazione per delinquere solo grazie alla prescrizione, come stabilito dalla corte di Cassazione nel 2004, perché quel reato è andato estinto nel 1980. I fatti riguardavano i rapporti con personaggi legati alla mafia siciliana. Il patrocinio concesso dal dirigente dell’ufficio scolastico provinciale Fabio Molinari è stato contestato dalla sindacalista della Cgil Laura Valenti, dato che viene presentata agli studenti, per la loro formazione, la figura di un uomo politico assai controverso, e sulla stessa linea si è pronunciato il consigliere comunale Lapo Pasquetti, della lista di sinistra Energia civile in Comune, che ha promosso un’informativa ai propri esponenti politici. Anche il sindaco di Crema Stefania Bonaldi ha protestato, ricordando la funzione della scuola come “veicolo di coscienza civile”. Da parte propria il dirigente dell’ufficio scolastico provinciale Fabio Molinari si è detto pronto a dimettersi, se il riconoscimento del patrocinio è stato un errore, e ha annunciato che nei prossimi incontri di formazione gli studenti saranno invitati a confrontarsi sulle figure di Enrico Berlinguer, Bettino Craxi e su papa Giovanni Paolo II. A ricordare Giulio Andreotti si sono presentati al Cittanova i figli Stefano e Serena, sottolineando il bisogno di uscire dalle polemiche legate ai luoghi comuni per accrescere invece la conoscenza storica sulla base dei documenti. Walter Montini, ex segretario del sindaco Oreste Perri, già parlamentare assai vicino ad Andreotti, è stato fra i promotori dell’incontro. Oggi Montini è presidente dell’Arsac, l’associazione che riunisce le 27 case di riposo del territorio provinciale. 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata