La giunta del Comune di Milano si esprimerà probabilmente venerdì sull’interesse pubblico del progetto del nuovo stadio che Inter e Milan vorrebbero realizzare accanto a San Siro. “Intendo passare in giunta venerdì per mettere il gruppo di lavoro nelle condizioni di iniziare poi le attività con le società – ha detto il sindaco, Giuseppe Sala, a margine della cerimonia al Famedio del Cimitero Monumentale, dove sono stati scoperti i nomi di 12 milanesi che hanno reso lustro alla città – L’ordine del giorno votato dal Consiglio comunale è stato anche abbastanza preciso: da un lato apre, dall’altro mette dei limiti. A questo punto bisogna aprire una discussione. “Prevedo una delibera – ha detto Sala –  solo per avviare i lavori”. Il tema adesso secondo il sindaco è quello di delegare assessori e strutture tecniche per poi incontrare operativamente le squadre. Altrimenti il rischio è di tenere sempre il discorso a un livello alto, ma ci sono aspetti, dalla legge sugli stadi, ai vincoli del Consiglio, al Pgt, che sono indubbiamente anche molto molto tecnici”. Ai giornalisti che gli hanno chiesto di commentare le indiscrezioni di stampa su una possibile vendita del Milan il sindaco ha risposto che “non mi preoccupano. È chiaro a tutti che il Milan, in prospettiva, sarà in vendita perché è posseduto da un fondo di private equity – ha concluso -. Credo che sia altrettanto chiaro a tutti che poter contare su un progetto di stadio valorizzato crea valore per la società. Poi noi dobbiamo fare l’interesse pubblico e quindi trovare un giusto compromesso tra il legittimo interesse delle società e la loro volontà di consolidarsi patrimonialmente e la tutela dell’interesse pubblico”.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata