Un lungo corteo di studenti – 20 mila persone per gli organizzatori e molti di meno per le forze dell’ordine – è partito da largo Cairoli per concludersi in piazza Oberdan con una serie di iniziative di sensibilizzazione ambientale contro il cambiamento climatico e per uno stile di vita sostenibile per l’intero pianeta. Il quarto corteo milanese di Fridays for future che si è incrociato con con il black Friday, giornata puramente dedicata al consumismo, ha interessato più di cento comuni italiani. A milano, come già annunciato ieri gli studenti hanno preso di mira il “temporary store” di Amazon in San Babila. Durante la manifestazione sono stati esposti cartelli contro il leader della Lega Matteo Salvini, ma anche contro il sindaco di Milano Giuseppe Sala accusato insieme alla sua giunta di proseguire nell’opera di cementificazione della città.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata