E’ accusato di aver violentato una studentessa dominicana di 20 anni, Johann Vincenzo Jean Didier Mboungou Mbeniaba, giovane residente a Lucca. L’aggressione è avvenuta nella notte tra il 12 e il 13 ottobre scorso era stata aggredita all’uscita della discoteca ‘Old Fashion’ a Milano. Gli agenti della Squadra Mobile del capoluogo lombardo sono giunti a lui, 21 anni, italiano originario del Gabon, dopo una serie di accurati indagini. La giovane, secondo le accuse, era stata avvicinata dal ragazzo mentre era in uno stato di forte alterazione dovuto all’alcol, e lo sconosciuto l’aveva portata in un lungo appartato poco distante dall’uscita abusando di lei. Il giorno della violenza, Joahann era venuto a Milano con amici per trascorrere una serata in discoteca e qui ha conosciuto la sua vittima. Dopo aver violentato la ragazza in un punto appartato del parco Sempione poco distante dall’ingresso del locale, l’ha riaccompagnata dal gruppo di amiche. Questo trucco molto astuto, secondo gli investigatori, ha confuso le acque sulla sua responsabilità anche perché, il giovane ha anche fornito una versione falsa dicendo di averla soccorsa dopo aver visto che era in compagnia di nordafricani. Nel piano di Johann è andato qualcosa di storto ed è arrivato un errore. Per accreditarsi ancora di più come soccorritore ha fornito il suo numero di cellulare a un amico della ragazza. Il numero è stato un elemento fondamentale per risalire alla sua identità, unito all’analisi delle celle telefoniche e alle immagini delle telecamere della zona, sono risaliti suo profilo Facebook. Nelle foto sui social il giovane, un che vive a Lucca, indossava una camicia colorata con un numero stampato dietro e un cappellino nero, gli stessi indumenti che aveva la notte dell’aggressione. Il ragazzo è stato posto agli arresti domiciliari a Lucca.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata