Brescia. Bocciata, almeno per il momento, la richiesta del comune di Brescia di ottenere un finanziamento di 252 milioni di euro per il tram dalla Fiera all’Oltremella. Il progetto presentato da Palazzo della Loggia è rimasto fuori dalla lista dei 17 vincitori (per di più città metropolitane) che otterranno i finanziamenti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Tredici di questi, oltretutto, sono riusciti a ottenere la copertura del 100%, mentre Brescia ha richiesto soltanto il 56%.  In questo braccio di ferro tra la Loggia e il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, si inserisce prepotentemente il centrodestra, che a Brescia rappresenta l’opposizione, il quale vuole che l’amministrazione punti semmai all’ottenimento di fondi per il prolungamento del metrò dal Villaggio Prealpino fino a Concesio, in modo da favorire anche la congestionata Valtrompia. Nulla è perduto, però. Il progetto presentato, infatti, rientra nella lista delle 11 opere che, prima di ottenere un finanziamento, necessitano di ulteriori chiarimenti e documentazioni aggiuntive che potranno essere inviate entro il 30 di aprile, con grosse possibilità di vedersi accettata la richiesta. In alternativa, si potrà attendere la seconda tornata, a partire dal primo giugno del 2020, quando il Governo metterà sul tavolo altri 2.3 miliardi di euro. In questo caso, la nuova istanza prevedrebbe la richiesta di copertura quasi totale. Se non addirittura del 100%.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata