Cremona. Parliamo della ex raffineria Tamoil di Cremona perché, dopo le motivazioni della sentenza della Cassazione (condanna a tre anni di reclusione per disastro ambientale colposo aggravato per il manager Gilberti), depositate quasi un mese fa, restano alcuni fronti aperti tra cui la situazione della bonifica, il milione di euro finito nelle casse del Comune grazie al cittadino Gino Ruggeri e la presa di posizione del ministro dell’ambiente Sergio Costa. Affrontiamo questi temi con Sergio Ravelli, parte civile nel processo Tamoil, storico fondatore dei Radicali di Cremona e ora Consigliere Generale dei Radicali, ospite nel telegiornale condotto da Claudia Barigozzi.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata