E’ arrivato il giorno dei monopattini a Milano, ma con regole precise e uno stradario da rispettare per circolare in città. La decisione del Comune di Milano di partecipare alla sperimentazione ministeriale della mobilità elettrica era nota già da qualche tempo, ma da oggi prende ufficialmente il via. La posa dei 130 segnali stradali nella cintura esterna è stata completata e da questo lunedì scatta il via alla circolazione dei veicoli elettrici per la mobilità personale. La sperimentazione durerà fino a luglio 2021 e per scendere in strada con il proprio monopattino toccherà fare attenzione però a precise regole di utilizzo. La circolazione infatti non è permessa ovunque, non è normalmente permessa sulle carreggiate stradali e sui marciapiedi e ci sono anche delle differenze a seconda del tipo di veicolo. Tutti i veicoli, monopattini elettrici, Segway, hoverboard e monoruota, possono circolare nelle aree pedonali purché la velocità non superi i 6 km/h, con apposito limitatore di velocità, mentre solo monopattini e Segway possono circolare su piste e percorsi ciclabili, ciclopedonali e nelle Zone 30, limitando la velocità a 20 km/h. In aggiunta a queste regole generali, ci sono delle zone comunque non accessibili, segnalate con altri 80 segnali stradali, che comprendono aree con particolare pericolosità come pavimentazione a pietra, corsie attigue ai binari del tram e anche le gallerie pedonali. Stop invece nelle aree verdi, in attesa di una modifica del regolamento del verde ad opera del Consiglio Comunale. Insieme alla circolazione privata, partiranno i servizi di sharing di monopattini elettrici ad opera di tre società, ciascuna con una flotta di 750 veicoli per un totale di 2.250. Importante, per non incorrere in sanzioni, anche il rispetto delle regole per quanto riguarda la sosta dei monopattini e degli altri mezzi elettrici, che è permessa negli stalli dedicati alle biciclette, oppure al lato della strada, dove non espressamente vietata e mai in contrasto con quanto previsto dal codice della strada. Gli stalli per la sosta della bici sono, nella sola Cerchia dei Navigli, dove non esiste sosta libera, oltre 4300 e in tutta la città oltre 32 mila, dei quali 6900 sono esterni al Municipio 1, collocati nelle aree adiacenti alle fermate della metropolitana, e 3350 si trovano lungo le piste ciclabili. Gli stalli per le bici crescono in modo continuativo per nuove installazioni che tengono conto anche dell’introduzione dei nuovi veicoli.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata