La piccola Fatima, di 10 mesi, non può salire sul bus delle 7, che parte davanti alla chiesa di Bordolano. La carrozzina non ha le dimensioni previste dal regolamento dell’azienda, la Km, e così l’autista, in seguito a una precisa disposizione della direzione, non può far altro che tenere le porte chiuse. Negli ultimi giorni Grazia, che lavora a Milano nel settore della cosmetica, era già salita sul bus con la bambina, che non ha ancora l’età per frequentare l’asilo nido. Grazia, anzi, ormai da mesi viaggia e lavora con la neonata appresso, senza mai trovare particolari difficoltà, almeno prima della singolare esperienza negativa di Bordolano. Dopo i primi viaggi in bus, però, qualcuno ha messo i puntini sulle i, tanto che il caso è stato oggetto, come riferito dall’autista, di un’indagine interna dell’azienda, conclusa con un ordine di servizio scritto in bacheca: le carrozzine non regolamentari non possono salire. Grazia stamattina ci ha provato comunque, ma le porte sono rimaste chiuse, mentre il conducente riferiva quanto gli era stato ordinato di fare. Madre e figlia sono state poi accompagnate da un passante alla stazione di Casalbuttano, per proseguire in treno verso Milano.

– Paolo Zignani –

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata