Una città industriale fantasma in cui convivono gruppi etnici diversi: italiani, magrebini e rom. E’ l’allarmante situazione di un’area abbandonata a Segrate, alle porte di Milano, dove l’allarme non è non solo sociale ma anche ambientale.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata