Non solo il recupero e lo sviluppo dell’ex Armaguerra e il nuovo supermercato che sembra dover sorgere di fianco alla Lidl di Via Castelleone. La zona nord di Cremona si appresta ad accogliere progressivamente tutto il cuore pulsante della città. Processo che è partito a suo tempo con la costruzione dell’Ipercoop e che si sta confermando con il nuovo Shopping Village in Via Sesto. Ebbene, come se non bastasse, a breve la zona rischia di essere ulteriormente congestionata dalla rifioritura dell’area della dismessa Scac. Nel 2022, infatti, scadrà il piano attuativo presentato dieci anni fa dal gruppo di Chieti Toto Costruzioni per la realizzazione di un insediamento commerciale (per 11mila mq), di uffici per il terziario (quasi 9mila mq), di un albergo (quasi 4mila mq) e di un ristorante (poco meno di mille mq), mentre non sono previsti insediamenti residenziali. A corredo dell’intervento di recupero, ci sarebbe anche la realizzazione di un sottopasso che colleghi via Milano con via Sesto, piste ciclabili, verde e parcheggi su una superficie di 8.350 metri quadri. Esausti del continuo aumento del traffico, i residenti di Via Sesto, tramite una raccolta di oltre 100 firme, hanno già chiesto più spazi per i posti macchina e una revisione generale della mobilità della zona.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata