La scoperta di posti letto pubblici utilizzati per pazienti a pagamento al Policlinico San Donato sta creando scompiglio in Regione.  Da una ispezione svolta da ATS è emerso che stanze precedentemente doppie erano, al momento del sopralluogo, configurate come singole. E 18 di queste erano occupate da miliziani libici in regime di solvenza.  In totale, su 400 letti, 70 non sono stati usati per curare gratis con il servizio sanitario ma utilizzati per chi paga, in particolare per i soldati libici, già al centro di verifiche dell’Antiterrorismo. Il Gruppo ospedaliero San Donato ha specificato l’assistenza prestata ai pazienti libici è stata effettuata senza sottrarre né risorse né posti letto agli altri pazienti e senza alcuna spesa a carico del servizio sanitario, ma il Pd regionale ora chiede chiarezza. Il Pd chiede anche misure più drastiche.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata