Il pm del tribunale di Piacenza ha chiesto la condanna ad otto mesi di reclusione per Alberto Pagliarini, il camionista che il 14 settembre del 2016 travolse e uccise il 53enn Abdel Salam, mentre stava protestando davanti a cancelli della Gls di Montale, a Piacenza. L’autista cremonese, che è accusato di omicidio stradale, quel giorno investì il manifestante egiziano durante una protesta indetta dal sindacato Usb. L’uomo morì sul colpo.  Secondo il giudice piacentino, il camionista, dipendente di una ditta esterna, avrebbe dovuto mostrare maggiore prudenza alla guida del tir ma ha chiesto anche le attenuanti perché ci sarebbe anche una corresponsabilità da parte della vittima che si sarebbe interposta tra il mezzo e il cancello nel tentativo di fermarlo. La difesa del cremonese ha invece chiesto l’assoluzione in quanto l’imputato non avrebbe potuto prevedere i movimenti del manifestante. I familiari della vittima e il sindacato Usb si sono dichiarati parte civile nel processo. Il facchino egiziano stava manifestando davanti alla piattaforma logistica del corriere, nell’ambito di una vertenza contro la Gls, contro la mancata stabilizzazione dei facchini precari, nonostante un accordo in tal senso sottoscritto un anno prima e mai rispettato. La sentenza è attesa per il prossimo mese di marzo.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata