Piacenza. Nella città piacentina, nei dieci giorni compresi tra il 28 dicembre 2019 e il 6 gennaio 2020 per 8 volte i valori di polveri sottili nell’aria sono stati sopra il limite massimo consentito di 50 microgrammi al metro cubo. Nel periodo considerato solo due volte la concentrazione di inquinanti è stata a norma”, anche se con un valore di 47 microgrammi per metro cubo in entrambi i giorni, appena al di sotto della soglia di legge. Eppure il Comune non ha introdotto alcun limite all’utilizzo delle automobili o per l’abbassamento delle temperature nelle abitazioni. Un’inerzia che, secondo l’opposizione, non è accettabile. Sentiamo il commento di Stefano Cugini, Consigliere Comunale di Piacenza.)

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata