Due giovani appartenenti a un centro sociale anarchico si sono abbarbicati su un tetto di uno stabile occupato, questa mattina, a Milano, per protestare contro lo sgombero dei locali. Le operazioni, supportate dalla Polizia di Stato, sono ancora in corso, con i due che da un abbaino sono saliti sul tetto dell’edificio e che, secondo quanto si è appreso, erano gli ultimi due appartenenti al gruppo antagonista, denominato ‘Casa Brancaleone’. Gli altri infatti avevano lasciato lo spazio (dove erano presenti dal 2017) da tempo, sapendo dell’imminenza dell’azione di sgombero, occupandone un altro. Sul posto, in piazza Alfieri 1, anche i vigili del fuoco con un’autoscala e il 118 in prevenzione. Dall’assessorato alla sicurezza del Pirellone arriva un plauso per l’operazione in corso e si sottolinea che In città sono ancora almeno 22 gli edifici occupati da anarchici e no-global.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata