L’associazione Cittadini per l’Aria di Milano torna a denunciare la mancanza di coraggio nelle misure messe in campo per limitare e ridurre le polveri sottili. Tornati a salire gli inquinanti, infatti, tornano i divieti e anche domenica 2 febbraio è stata annunciato lo stop alle auto, con tanto di mozione contraria della Lega già presentata in Regione. Quel poco che si fa è assolutamente insufficiente ed è comunque contestato. Serve, secondo l’associazione, una reale risposta al problema al posto di false soluzioni.

Sollecitare l’amministrazione ad agire coerentemente e decisivamente verso gli obbiettivi di migliorare l’aria di Milano è ciò che” Cittadini per l’Aria” vuole continuare a fare. Grazie all’automonitoraggio sarà possibile portare a palazzo Marino i dati di inquinamento in diversi punti della città.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata