Cremona Più donne, più giovani e in grado di rappresentare più competenze professionali. Così il bando pubblicato oggi sul sito del Comune prefigura i componenti della nuova commissione Paesaggio, destinata a un vistoso rinnovamento. Fino al 24 febbraio potranno essere presentate domande, da parte di candidati con i requisiti stabiliti al punto 5 del testo firmato dal dirigente dell’area urbanistica Marco Masserdotti. Il bando stabilisce, su precisa indicazione della giunta Galimberti, di “incentivare la partecipazione di giovani”: quindi “verrà favorita la partecipazione di almeno due candidati con età inferiore ai quarant’anni”. I componenti resteranno sei in tutto, e saranno scelti dalla giunta, che valuterà la rosa di nomi proposti dalla commissione tecnica formata da quattro funzionari del Comune: Marco Pagliarini, lo stesso Marco Masserdotti, Marco Cerri e Achille Meazzi. Entrano le quote rosa, senza obbligo: “Dovrà essere considerata la parità di genere”, recita il testo. Il bando non equivale a una defenestrazione dei componenti attuali: è possibile la conferma, fino però a due mandati. Di conseguenza il presidente attuale Massimo Terzi, che ha svolto un solo mandato, in quattro degli ultimi cinque anni, se presenterà la propria candidatura potrebbe essere confermato. I nuovi commissari rappresenteranno variegate professionalità: le lauree e i diplomi previsti sono più di venti. Pochi Comuni si sono dotati di quest’organo di tutela ambientale e urbanistica, che ha bisogno dell’autorizzazione della Regione. In provincia, Ricengo ha avuto il via libera a nominare la commissione in forma associata con il Parco del Serio. Negli ultimi anni a Cremona sono emerse vedute differenti tra la giunta e la commissione. Da parte delle associazioni ambientaliste c’è quindi il timore che il rinnovamento attivato si traduca in maggiore aderenza alle richieste dei costruttori, e che quindi l’arrembaggio dei centri commerciali, dei supermercati e delle imprese edili prosegua con maggior vigore.

Paolo Zignani

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata