Brescia. Pierino Antonioli e altri contadini hanno vissuto in prima persona la beffa di non poter coltivare i propri terreni oppure svolgere altre attività legate, ad esempio, all’allevamento a causa dell’inquinamento. Eppure, su questi terreni, hanno sempre dovuto pagare l’imposta. Era stata attivata anche una raccolta firme per porre fine a queste vicende e, recentemente, la buona notizia è arrivata: un emendamento al nuovo regolamento Imu ha azzerato l’aliquota sulle aree agricole oggetto di limiti all’utilizzo su ordinanza del sindaco. Ecco perché proprio la casa di Antonioli è stata scelta come scenario del flash mob organizzato dal Tavolo Basta Veleni. Sentiamo le parole di Stefania Baiguera del Tavolo Basta Veleni.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata