Brescia. Da 3 a 5 euro per lasciare la macchina in sosta un’ora in centro. A Londra, del resto, costa 8 euro. E’ la proposta di Lucio Lorenzi, presidente di Legambiente Brescia, alla Loggia per combattere lo smog in città. In questo modo si mira a disincentivare l’assedio delle auto al cuore cittadino. Lorenzi ha messo sul tavolo, da tempo, diverse proposte e ora chiede collaborazione all’amministrazione che avrebbe dimostrato di apprezzare l’ambientalismo alla tedesca, molto concreto. E porta l’esempio di Friburgo, che ha il centro pedonalizzato da più di 40 anni e 400 km di piste ciclabili. Ma proprio dalla patria delle automobili, la Germania, è arrivata di recente la proposta dei mezzi pubblici gratis per combattere l’inquinamento. In questo modo si incentiverebbe il loro utilizzo, consentendo ai cittadini di lasciare l’automobile in garage. Questo, secondo diversi cittadini, potrebbe essere il modo giusto per combattere lo smog in centro perché, semplicemente aumentando il ticket del parcheggio, non si farebbe altro che spostare il problema di qualche centinaio di metri. Anzi, probabilmente si andrebbero a creare ancora più zone congestionate attorno al centro stesso, senza andare tuttavia a risolvere il problema. C’è poi da fare i conti con le altre difficoltà che affliggono i centri storici delle città, con sempre più saracinesche abbassate a causa, principalmente, della crisi. Da qui si può capire la riluttanza di certe amministrazioni nell’adottare misure troppo restrittive per chi frequenta abitualmente quello che dovrebbe restare il cuore pulsante di ogni città. Brescia, secondo il massimo esponente del cigno verde locale, probabilmente sconta anche un ritardo culturale sul tema ereditato dall’amministrazione attuale, ma oggi diventa sempre più necessario guardare, ad esempio, alle città europee più green, che hanno anche un sistema capillare di mezzi pubblici sub-urbani. Legambiente è disponibile, e non mancano certo le proposte.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata