Regione Lombardia è all’avanguardia nel monitoraggio delle emissioni degli impianti di termovalorizzazione e di incenerimento dei rifiuti. Le Bat Conclusion sugli inceneritori, pubblicate dalla Commissione Europea il 3 dicembre scorso sono state presentate oggi a Milano.  In Lombardia sono presenti 13 termovalorizzatori, un terzo di quelli presenti in Italia. Di tono ben diverso sono le valutazione degli ambientalisti bresciani, dal momento che questa dati prendono in considerazioni le emissioni di polveri sottili, che per il termovalorizzatore di A2A sono di 0,2 milligrammi per metro cubo e non i ben più pericolosi ossidi di azoto.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata